Graduatoria, indizione di concorso, procedure di stabilizzazione. Chi prevale?

Il TAR della Toscana, con una sentenza dello scorso gennaio 2021, è stato chiamato ad occuparsi nuovamente del tema della possibilità di indire un nuovo concorso in presenza di graduatorie vigenti. In linea con un consolidato indirizzo giurisprudenziale è stata affermata l’illegittimità degli atti assunti (in quel caso da ESTAR) stante l’assenza di un’idonea ed espressa motivazioni, non integrabile giudizialmente (per il divieto della motivazione postuma), sulle ragioni del mancato scorrimento della graduatoria ancora vigente.
Ed è di particolare rilievo l’inciso della sentenza che sancisce un simile obbligo anche in caso di eventuali procedure di stabilizzazione.

a cura dello Studio legale Avv. Mauro Montini 

Lascia un commento

Torna su